Incentivi e Detrazioni fiscali

I sistemi solari Newsun accedono agli incentivi fiscali o in alternativa alle detrazioni fiscali. Questa opportunità è data in duplice modalità attraverso il Conto Termico e le detrazioni su reddito.

Gli incentivi previsti dal Conto Termico non sono quindi cumulabili con le detrazioni su reddito.

I sistemi solari proposti da Newsun godono dei requisiti richiesti e nello specifico:

  • sono dotati di certificazione solarkeymark secondo EN 12975, parti 1 e 2;
  • per il Conto Termico hanno rendimento termico garantito da ente certificatore.

Detrazioni fiscali

La Legge di stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 le detrazioni fiscali del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Per tutto il 2016 si potrà godere di un’agevolazione fiscale se le spese sono state sostenute per

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
  • il miglioramento termico dell’edificio
  • l’installazione di pannelli solari
  • la sostituzione degli impianti per la climatizzazione invernale

Dal 1° gennaio 2017 subentrerà invece la detrazione fiscale del 36%, prevista per le spese relative alle ristrutturazioni edilizie.

Come funziona l’incentivo

Le detrazioni sono ripartite in dieci rate annuali di pari importo. Non sono cumulabili con altre agevolazioni fiscali previste per i medesimi interventi. Le spese ammesse in detrazione comprendono sia i costi per i lavori di progetto e realizzazione, sia quelli per l’acquisizione della classe energetica.

Per usufruire della detrazione è indispensabile che gli interventi siano eseguiti su edifici esistenti. Non sono soggetti ad agevolazioni, quindi, le spese sostenute in corso di costruzione dell’immobile.

Il valore massimo della detrazione fiscale per l’installazione di pannelli solari è di 60.000 euro. L’intervento deve essere teso a soddisfare il fabbisogno di produzione di acqua calda per usi domestici, industriali e, più in generale, commerciale, ricreativo e socio assistenziale (es: piscine, strutture sportive, case di cura, istituti scolastici). Sono inclusi nella detrazione i costi di fornitura e posa delle apparecchiature, nonché delle opere idrauliche e murarie effettuate per la realizzazione di impianti solari termici collegati alle utenze o integrati al riscaldamento tradizionale.

Chi può usufruirne

Tutti i contribuenti residenti e non residenti che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento. In particolare:

  • le persone fisiche (compresi esercenti, titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini, inquilini, famigliari del possessore e chi ha l’immobile in comodato)
  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa
  • le associazioni tra professionisti
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale
  • gli istituti autonomi per le case popolari

Per saperne di più, scarica la guida alle detrazioni per il risparmio energetico (marzo 2016)

Conto termico 2.0

(Incentivi fiscali 2016)

Dal 31 maggio 2016 entra in vigore il Conto Termico 2.0, una nuova versione del decreto 28/12/2012 che promuove piccoli interventi per l’incremento dell’efficienza energetica e l’adozione di fonti rinnovabili per la produzione di energia termica. A beneficiarne, Pubbliche Amministrazioni, imprese e privati, che potranno accedere a fondi per 900 milioni di euro annui, ripartiti in 200 milioni per le PA e 700 milioni per gli interventi privati.

Gli incentivi, non sono cumulabili con altri incentivi statali, sono corrisposti dal Gestore dei Servizi Energetici in rate annuali costanti per 2/5 anni, in base alla tipologia di intervento e alla sua dimensione. Se l’ammontare dell’incentivo non supera i 5.000 euro, viene corrisposto in un’unica soluzione.

Sono incentivabili

  • gli interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti, come la sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a più alta efficienza come le caldaie a condensazione (riservati alle PA)
  • i piccoli interventi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, come l’installazione di impianti solari termici abbinati a tecnologie per la produzione di freddo o la sostituzione di impianti esistenti con generatori a energia pulita.

È importante che i lavori siano dimensionati sul reale fabbisogno energetico. Gli interventi devono essere realizzati utilizzando esclusivamente apparecchi e componenti di nuova costruzione.

 Per saperne di più:

Testo del Conto Termico 2.0 in Gazzetta Ufficiale

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-03-02&atto.codiceRedazionale=16A01548&elenco30giorni=true

Conto Termico 2.0, pagina dedicata sul sito GSE

http://www.gse.it/it/Conto%20Termico/Conto%20Termico%202.0/Pagine/default.aspx